BENVENUTI NEL SOGNO DI ANGELO VASSALLO

Angelo Vassallo, il Sindaco pescatore, dal 1999 al 2010 ha amministrato il Comune di Pollica, in provincia di Salerno, diventato negli anni della sua politica una perla del Cilento, insieme alle frazioni di Acciaroli, Pioppi, Celso, Cannicchio e Galdo.

Il progetto editoriale Il Sogno di Angelo è nato tre anni fa, ed è frutto di un’emozione, di un’urgenza di raccontare la storia di Angelo Vassallo: raccogliendo impressioni, ascoltando storie, visitando luoghi, abbiamo lasciato fluire colori e parole in questo lavoro collettivo, ed è nato un racconto onirico, sussurrato, di immagini e suoni, sulle orme dell’esperienza di un nostro precedente lavoro, “Munnizza”, un cortometraggio illustrato, una mostra e una pubblicazione dedicati a Peppino Impastato e a sua madre Felicia.

 

Il Sogno di Angelo è un libro illustrato e di poche parole: una preziosa prefazione di Don Luigi Ciotti (Libera), un’introduzione di Michele Buonomo (Legambiente Campania), un racconto poetico di Giuseppe Boy e degli inserti di Peppe Ruggiero, alcuni aneddoti dei suoi figli, Giusy e Antonio, il contributo di alcuni amici, Enzo Amendola, Dario Barbirotti, Eugenio Lombardi, che raccontano un personale ricordo di Angelo Vassallo; il libro dunque è soprattutto un percorso liberamente immaginato di un Angelo bambino, identificabile con qualsiasi altro bambino con quei sogni, quelle speranze, quell’idea di bellezza rivendicata che dovrebbe costituire l’eredità da preservare per le generazioni a venire.

Il sito, incentrato prevalentemente sulla figura di Angelo Vassallo, testimonia anche il nostro percorso di avvicinamento alla sua storia, con un diario di immagini, parole, suoni, foto, incontri, per approfondire una conoscenza che superi il forte impatto del suo lascito e si volga alla memoria di chi ha vissuto al suo fianco, che ci racconta di semplicità e forza, di rettitudine e lungimiranza.

Il sito vuole essere un contenitore, un luogo vivo e condiviso che nel tempo si riempia di messaggi, omaggi, impressioni, suggestioni da parte di artisti, poeti, scrittori o gente comune, di chiunque voglia lasciare delle parole per Angelo. Libere testimonianze, dunque, come messaggi in bottiglia affidati al mare, come le barchette di carta del libro che abbiamo immaginato per dar voce ai sogni di Angelo.
Il racconto vive nel silenzio delle illustrazioni, quello dei pescatori, di coloro che vivono vicino al mare, persone riflessive, meditative, uomini e donne solitari e dai gesti lenti; il silenzio accompagna l’intera narrazione, eppure ci hanno suggestionato e ispirato i suoni che quella terra produce, e allora ci è venuta l’idea di raccoglierli in una colonna sonora, un tappeto che accompagna il lettore e che gli permette di immergersi nella storia. E’ musica concreta che consigliamo di ascoltare durante la lettura del libro: il rumore del mare, le barche, le campane, i cani in lontananza, l’abbaiare di Camilla, il suono delle rondini tra le contrade, le onde sull’acciottolato tra gli scogli… un modo per vivere i luoghi di Angelo, quei luoghi che proteggeva e promuoveva con il suo lavoro costante e certosino fatto di tante piccole azioni che confluivano in un solo grande e ambizioso progetto: creare un territorio a misura d’uomo, eco-compatibile e auto-sufficiente, legato all’identità e alle tradizioni ma rivolto al futuro, il più possibile incontaminato, fatto di un turismo responsabile, di rispetto del mare e della natura… Angelo è ripartito dalla bellezza, ha creato le condizioni affinché il vivere quotidiano diventasse cura e attenzione, ha cambiato, mettendosi in gioco in prima persona, il modo di pensare dei suoi concittadini, incontrandoli per strada ogni giorno, rinunciando a ogni privilegio perché il bene comune viene prima di ogni personalismo, perché il vantaggio del singolo è fine a sé stesso mentre quello collettivo dura per generazioni.

Il progetto, libro e sito, “Il sogno di Angelo”, oltre a conservare e mantenere viva la memoria di Angelo Vassallo, sostiene “Un Angelo per Camilla”, un rifugio per cani sito ad Acciaroli dove, con animo e generosità, volontari del posto raccolgono ed accudiscono i randagi del territorio cilentano. Camilla è il nome di uno dei primi cani raccolti per strada da Angelo Vassallo, affezionatissima a lui; Giusy Vassallo ne racconta la toccante storia nel nostro libro.

Il Sogno di Angelo vuole essere un contenitore, un luogo vivo dove inserire messaggi, impressioni, suggestioni da parte di artisti, poeti, scrittori o gente comune, chiunque voglia lasciare delle parole per Angelo.
Libere testimonianze, dunque, come messaggi in bottiglia affidati al mare.
Gli scritti possono essere inviati alla mail: ilsognodiangelo@gmail.com
Consigliamo di aggiungere al messaggio una piccola nota informativa sull’autore.
Grazie!